Sanificatore ad Ozono Swish - Per oggetti quali  mascherine e guanti Allarga Immagine

Sanificatore ad Ozono professionale Swish - Per oggetti quali mascherine e guanti

Swish

Nuovo

7 Articoli

La fornitura offerta comprende:

  • Sanificatore Ozono Swish
  • Alimentatore
  • Manuale d'uso

Dettagli

550,00 €

Disponibilità: In stock

La molecola di Ozono è formato da atomi di ossigeno ed il suo simbolo chimico è O3, in riferimento alla struttura costituita dal legame di tre atomi. E' una forma allotropica dell'ossigeno comunemente conosciuto (O2), la cui molecola è composta da soli due atomi. In natura si genera sia ad alta quota, grazie all'energia fornita dalla radiazione ultravioletta solare, sia a bassa quota durante precipitazioni accompagnate da fulmini (elevate scariche elettriche). Percepibile all’olfatto già a concentrazioni molto basse, tipicamente 0,02 ppm (parti per milione), è riconoscibile per il caratteristico odore pungente, lo stesso che si diffonde talvolta durante i temporali primaverili. E' un potente ossidante, in grado di abbattere la concentrazione di funghi, acari, batteri, virus e di una moltitudine di molecole percepite dall’olfatto, possedendo pertanto elevatissime capacità sanitizzanti e deodorizzanti.
L'ozono è un gas altamente instabile: il suo decadimento, che lo riporta allo stato stabile di ossigeno, è piuttosto rapido e dipendente dalla temperatura. A titolo di esempio, si riporta che a 0°C il tempo di dimezzamento (emivita) è di 140 minuti, mentre a 20°C è di 40 minuti. Contrariamente a ciò che avviene per altri gas e miscele industriali, l'intrinseca instabilità rende difficoltoso il trasporto e non permette la conservazione. La progettazione di un sistema con particolare attenzione a minimizzare la distanza tra generatore e utenza, laddove possibile, permette diaumentarne sensibilmente l'efficienza.
Il metodo di produzione più diffuso, attualmente, sfrutta l'effetto corona facendo fluire ossigeno puro, o aria debitamente trattata, attraverso un campo elettrico alternato ad alta intensità, tra 7.000 e 15.000 Volt. Questa tecnica annovera molteplici vantaggi rispetto ad altre, quali adeguate concentrazioni ottenibili, maggiore durata del sistema e maggiore possibilità di controllo.

Capacità disinfettante dell’ozono

L’ozono (O₃) è un gas instabile costituito da tre atomi di ossigeno. E’ instabile perché il gas è facilmente degradabile al suo stato stabile, ossigeno diatomico (O₂) con la formazione di atomi di ossigeno liberi o radicali liberi. Gli atomi di ossigeno liberi o radicali sono altamente reattivi e ossidano quasi tutto (compreso virus, batteri, composti organici e inorganici) a contatto, rendendo l’ozono un disinfettante incredibilmente potente e ossidante.
In effetti l’ozono è un ossidante molto più forte degli altri disinfettanti comuni come il cloro e l’ipoclorito. L’utilizzo del cloro e dell’ipoclorito in molti paesi è stato significativamente ridotto a causa della possibilità di formazione di sottoprodotti cancerogeni come i trialometani (THM) durante il processo di disinfezione. Al contrario la disinfezione ad ozono non produce alcun residuo nocivo e tutto l’ozono residuo viene riconvertito in ossigeno in breve tempo. L’ozono perciò viene considerato come un disinfettante amico dell’ambiente.
Considerata la sua forza ed efficacia superiore come ossidante e biocida, l’ozono diventa una delle tecnologie prevalenti di trattamento per acqua in Europa e in America. Ma la sua applicazione nella disinfezione dell’aria non è così popolare come per l’acqua a causa della preoccupazione sulla tossicità dell’ozono. L’ozono con la concentrazione più alta di 1 ppm ha degli effetti negativi sulla salute umana e l’uso dell’ozono per la disinfezione dell’aria non è generalmente consigliato alla presenza di persone. Perciò la disinfezione dell’aria utilizzando l’ozono dovrebbe essere limitata esclusivamente a stanze deserte.

Efficacia dell’ozono nella riduzione dei batteri trasportati nell’aria

Il totale dei batteri trasportati nell’aria all’interno della sala conferenze è stato misurato prima e dopo ogni ozonizzazione. La misurazione è stata effettuata utilizzando un campione monostadio Andersen N-6 con Tryptic Soy Agar (Oxoid) in capsula Petri. Sono stati presi 283L di aria per ogni campionamento. La capsula Petri è stata incubata a 35°C per 48 ore prima del calcolo. L’efficacia della disinfezione dell’ozonizzazione con diverse concentrazioni è stata elencata nella Tabella 1

Tabella 1. Riduzione dei Batteri Trasportati nell’Aria dopo l’Ozonizzazione

Concentrazione Ozono         0.5 ppm          2.5 ppm          5 ppm

Prima dell’Ozonizzazione       592 CFU/m³     612 CFU/m³     552 CFU/m³

Dopo l’Ozonizzazione            169 CFU/m³     42 CFU/m³       57 CFU/m³

Riduzione                               71.5%              93.1%              89.6%

I risultati mostrano che l’ozono è efficace nel ridurre i batteri trasportati nell’aria. Ad un livello di ozono più alto, l’effetto sanificante è aumentato. Oltre il 90% dei batteri trasportati nell’aria possono essere ridotti ad una concentrazione 2.5 ppm. Un ulteriore aumento della concentrazione di ozono a 5 ppm non da ulteriori benefici nella riduzione percentuale dei batteri.

La fornitura comprende:

  • Sanificatore Ozono Swish
  • Alimentatore
  • Manuale d'uso

30 altri prodotti